Matteo Renzi a Monza domenica 27/11

Domenica 27 novembre il segretario nazionale del Partito Democratico e premier, Matteo Renzi, parteciperà a Monza alla chiusura della campagna referendaria per il Sì nei nostri territori.

L’appuntamento è alle 16.30 presso l’Urban Center del teatro Binario 7, in via Turati 6 (zona stazione).

matteorenzi_monza_locandina_referendum

Area Frette: l'(amaro) epilogo

Banner Gruppo PD

area_fretteÈ arrivato il momento di chiudere, o meglio aprire il sipario sulla ex Area Frette. A Concorezzo nei prossimi anni le cose cambieranno, con l’arrivo di un’area commerciale di 3800 mq di superficie lorda, che tra le altre cose prevede l’apertura di un McDrive in tempi brevi, a cui si aggiungono 25.000 mq di edilizia residenziale. Il tutto è stato presentato in Commissione Urbanistica a metà settembre e in un’assemblea pubblica molto poco pubblicizzata a fine ottobre. “Presentato” è la parola giusta: gli acquirenti della parte commerciale ci sono già, dunque la possibilità di cambiare il progetto in modo significativo non c’è. La volontà politica nemmeno. E la Lega Nord sta già lanciando la campagna a sostegno dell’intera operazione, lieta di poter avere finalmente le sue ruspe. E probabilmente il peggior scenario urbano immaginabile.

Se gli ambienti residenziali dell’area saranno confermati, infatti, insieme al comparto 1 di via Kennedy sbloccato di recente si potrebbe arrivare a un aumento di quasi 1000 abitanti. Con quali infrastrutture ad accoglierli nel caso? Aspettiamo di vedere la variante di PGT a cui sta lavorando il neo assessore leghista Fabio Ghezzi, che pare essersi preso molto a cuore il nuovo incarico.

L’Amministrazione Borgonovo da anni va fiera di aver pressoché azzerato il ricorso agli oneri di urbanizzazione. Peccato avesse accettato, alla fine del 2010, 1 milione di euro dai proprietari dell’Area Frette, a fronte di nessun progetto preciso, azzerando di conseguenza ogni possibilità di contrattazione, pena il rischio di dover restituire i soldi incassati mandando a gambe all’aria il Comune di Concorezzo. Il progetto, poi, è cambiato svariate volte rispetto al Piano Integrato di Intervento, e appare sempre più nebuloso l’utilizzo della “stecca storica”.

Il sindaco Borgonovo ha detto più volte che è il mercato a determinare il PGT. E con 1 milione di euro incassato è sempre più vero e grave. Segno di una estrema superficialità nel valutare l’impatto delle proprie scelte amministrative e politiche, come testimonia l’“affare nuova RSA”, rispetto al quale, indipendentemente dai freni degli ultimi mesi, l’Amministrazione non ha rispettato nemmeno uno dei termini che si era data.

Altro aspetto da non sottovalutare sarà l’impatto delle nuove attività sul tessuto commerciale esistente. Strano che da parte dei commercianti del centro cittadino (che proprio nella capogruppo di maggioranza Della Bosca vedono un loro rappresentante) non sia arrivata la levata di scudi contro della decisione della Giunta. Assessore, sindaco e maggioranza si mostrano convinti e compatti, ma è evidente che l’obiettivo è quello di riuscire a far digerire alla cittadinanza un’operazione che potrà avere grandi ripercussioni sul commercio di vicinato concorezzese e sulla viabilità (in un Milanino già fortemente penalizzato dalle scelte dell’Amministrazione Borgonovo degli ultimi due anni).

Faremo quello che è nelle nostre possibilità di gruppo di opposizione per sottolineare le criticità dell’operazione, ma i giochi appaiono ormai fatti.

“Che assemblea pubblica sarebbe se informassimo i cittadini?”

Sul sito del Comune di Concorezzo appare solo oggi la notizia che mercoledì 26 ottobre 2016 alle ore 21 presso la Sala di Rappresentanza, Piazza della Pace 2, si terrà un’assemblea pubblica nella quale verrà presentata la proposta di recupero e riqualificazione urbanistica della ex Area Frette. Sfidiamo qualunque cittadino che non ne fosse già informato o non la cercasse di proposito a trovare la notizia in homepage. Eppure c’è… Forse dovremmo intuirlo dall’omino col megafono. Comunque sia, vale la pena confrontarne la totale assenza di chiarezza con il risalto (giustamente) garantito a data e ora della Commissione Lavori Pubblici prevista per il giorno successivo.
Naturalmente il nostro circolo invita la cittadinanza a partecipare.

Un aiuto concreto alle popolazioni terremotate


10494809_387759938037746_8318469211966241422_n
Dopo il devastante terremoto che nella notte del 24 agosto scorso ha colpito il centro Italia, il PD lombardo si è subito raccordato con il livello nazionale per fare in modo di poter essere d’aiuto.
Tutti noi possiamo contribuire non solo personalmente ma anche diffondendo attraverso tutti i canali disponibili le coordinate bancarie per la raccolta fondi in favore della popolazione colpita.

(qui trovate il link alla pagina del sito nazionale dedicata all’emergenza).

Coordinate bancarie:
Iban – IT96H0103003200000006365314   
Bic – PASCITMMROM

Partito Democratico                                                 
“Raccolta Fondi per Terremoto”
Via di Sant’Andrea delle Fratte 16
00187 Roma

Sottoscrizione a premi del 31 luglio 2016 – Vincitori

1° premio – Biglietto n° 2452 (Maria Battagli)

2° premio – Biglietto n° 403 (Miriam Casiraghi)

3° premio – Biglietto n° 560 (Strusani)

4° premio – Biglietto n° 2431 (Lorenzo)

5° premio – Biglietto n° 1321 (Amalia)

6° premio – Biglietto n° 442 (Marghe)

7° premio – Biglietto n° 1226 (Cerri)

8° premio – Biglietto n° 2730

9° premio – Biglietto n° 2513 (Gianna)

10° premio – Biglietto n° 2227 (Giacomo Castoldi)

11° premio – Biglietto n° 267 (Giuseppe)

12° premio – Biglietto n° 2688

13° premio – Biglietto n° 469

14° premio – Biglietto n° 2196 (Biffi Giacomo)

15° premio – Biglietto n° 221

16° premio – Biglietto n° 37

17° premio – Biglietto n° 2738

18° premio – Biglietto n° 790

19° premio – Biglietto n° 722

20° premio – Biglietto n° 1325

21° premio – Biglietto n° 1190 (Marilena)

22° premio – Biglietto n° 1258 (Giuly)

23° premio – Biglietto n° 2430

24° premio – Biglietto n° 2856

25° premio – Biglietto n° 2705

Complimenti ai fortunati vincitori! Vi ricordiamo che è possibile ritirare i premi fino al 30 settembre presso la Casa del Popolo di Concorezzo, via Dante 69, previo contatto telefonico al n° 333/4389867.

Festa de l’Unità dei circoli di Agrate Brianza, Caponago e Concorezzo

banner
Torna anche quest’anno la Festa de l’Unità sul nostro territorio nel Parco di Villa Zoja Concorezzo, frutto del lavoro congiunto dei circoli PD di Concorezzo, Agrate Brianza e Caponago.

Si parte venerdì 22, quando la cucina aprirà i battenti dalle ore 19 (e lo farà per tutti i giorni della festa) con le sue proposte adatte a tutti i gusti (primi piatti, secondi di carne e pesce, salamelle, patatine, formaggi e piatti vegetariani). Al bar invece vi aspettala scelta tra vino (bianco e rosso) e birra (chiara e rossa). Alle ore 21, grazie alla collaborazione con l’associazione Bluessuria, saliranno sul palco “Angela Esmeralda & Sebastiano Lillo” per offrivi una serata dall’atmosfera Blues.

Sabato 23 alle ore 21 toccherà invece agli Elisabaisa, Una live band acustica alla quale piace catapultarsi e catapultare lo spettatore da un brano all’altro senza sosta, con medley e mesh up istantanei con variazioni disparate di generi musicali.

Domenica 24 alle ore 18 all’area bimbi (aperta tutte le sere della festa dalle ore 18) il primo appuntamento con i Racconti animati alla Festa de l’Unità attende i più piccoli, mentre alle ore 18.30 presso l’area dibatti si parlerà di “Giovani al lavoro, anziani in pensione“, insieme all’On. Davide Baruffi (parlamentare PD), a Enrico Brambilla (capogruppo PD in Regione Lombardia)  e a Maurizio Laini (segretario generale CGIL Monza e Brianza). Alle ore 21 la Swingtime Big Band vi proporrà un viaggio tra i capolavori del Jazz.

Lunedì 25, in collaborazione con i circoli ANPI di Agrate Brianza, Caponago, Concorezzo e l’Istituto F.lli Cervi dalle ore 19.30 si terrà (su prenotazione al costo di 15 €) la Pastasciutta Antifascista: una semplice cena a base di pastasciutta, un secondo leggero e un dolce accompagnato da vino e acqua a cui seguiranno gli interventi di Gianluca Alzati (che presenterà il suo ultimo libro “piccola staffetta“) e Dario Carzaniga (presidente dell’ANPI di Agrate Brianza che ci offirà il ricordo della staffetta partigiana Eva Colombo).

Si riparte poi venerdì 29 con la cucina che riapre alle ore 19 e la seconda serata Blues offerta in collaborazione con l’associazione BluessuriaThe Soul Session: Max Prandi & Lino Muoio.

Sabato 30 alle ore 18.30 presso l’area dibattiti, insieme agli Onorevoli Giuditta Pini  Roberto Rampi (parlamentari PD) e a Pietro Virtuani (segretario della Federazione PD Monza e Brianza) si parla de La democrazia del futuro – politica, populismo e riforme: una cultura di governo. Alle ore 21 attraverseremo trent’anni di buon Rock n’ Roll durante il concerto degli Acquapesante.

Domenica 31 alle ore 18 all’area bimbi ecco il secondo appuntamento con i Racconti animati alla Festa de l’Unità; alle ore 21 ci attende una serata alternativa con il doppio concerto di Ants Revolution Malena.

Durante tutta la festa sono attive la cucina e il bar (dalle ore 19 circa dei giorni della festa, tranne lunedì 25), l’area bimbi (dalle 18 circa) e la libreria; vi aspetta anche il nostro Chiringuito per offrirvi ogni sera gustosi Cocktail e birra fresca.

Mi raccomando, passate a trovarci!