Dopo più di vent’anni ritorna la Festa de l’Unità

Senza-titolo-1Un lieto ritorno. La Festa de l’Unità ritorna a vivere grazie al lavoro congiunto dei circoli del PD di Agrate, Caponago e Concorezzo. Avrà luogo nel parco di Villa Zoja per due week end, dal venerdì alla domenica, dal 24 luglio al 2 agosto e si propone di essere la prima di una lunga serie di edizioni. Frutto di un nuovo metodo di lavoro dei tre circoli PD che ormai da mesi si incontrano congiuntamente per discutere delle principali tematiche politiche e organizzative del partito, la festa tiene insieme dibattiti di approfondimento e attualità, intrattenimento musicale e cucina, il tutto gestito da volontari PD del territorio e dai Giovani Democratici. “Questo per noi di Agrate Brianza è un evento storico. Siamo riusciti a credere di nuovo nelle nostre forze e a organizzare la Festa de l’Unità, grazie alla collaborazione con il Circolo PD di Pd Concorezzo Pierluigi Brambilla e al Circolo Pd Enzo Biagi di Caponago.Questo programma è il frutto di tante serate a lavorare e discutere con tante belle persone che non hanno mai perso l’entusiasmo e con qualcuna alla quale lo abbiamo fatto tornare (e questo è già un bel risultato!)” ­ spiega il segretario del PD di Agrate Margherita Brambilla​­ “Abbiamo fatto alcune scelte precise: una splendida location (il parco di Villa Zoja a Concorezzo), bella musica folk e rock per un pubblico (tendenzialmente) giovane, menù classico delle più classiche feste (evviva la salamella!), area bimbi per aiutare anche le famiglie a godersi la festa, una bella sottoscrizione a premi, banchetti di ANPI e Giovani Democratici, vendita/ricircolo dei libri usati, l’Unità che sarà presente sui tavoli, dibattiti di attualità e spessore, per un confronto aperto, con uno sguardo al futuro”. “La festa sarà anche un momento per esprimere concretamente la nostra posizione contro le discriminazioni” sottolineano il segretario PD di Concorezzo Pietro Brambilla​e Silvia Cavenaghi​, capogruppo in consiglio comunale “e per questo oltre al dibattito sulle Unioni civili di venerdì 31, domenica 26 organizzeremo anche una lettura animata per bambini del libro “Piccolo blu e piccolo giallo”, che parla di amicizia e integrazione, messaggi positivi e tutt’altro che pericolosi”. Soddisfazione per il lavoro fin qui svolto anche da parte del segretario del PD di Caponago, Enrica Galbiati: “un risultato bellissimo, che è riuscito a vincere le diffidenze di molti nei confronti di una festa da organizzare da zero ma che ancora prima di iniziare ha dato risultati importanti, come quello di rimettere al centro i temi di dibattito, convogliare l’entusiasmo verso il PD e raccontare un modo di fare politica completamente diverso da quello che raccontano i giornali, vale a dire la politica come impegno civile e “darsi agli altri”, come cercheremo di spiegare nel dibattito finale del 2 agosto insieme all’On. Rampi​e a Monica Buzzini​”. Con queste parole i segretari dei tre circoli sottolineano i tratti salienti della festa che, come da indicazione del Segretario nazionale Matteo Renzi, si chiamerà Festa de l’Unità. Altri due i momenti di dibattito in programma: venerdì 24 alle 10,30 l’incontro con Il capogruppo in Consiglio regionale Enrico Brambilla e la consigliera Sara Valmaggi e sabato 25 un incontro per raccontare la nuova legge sul commercio equo e solidale siglata in Lombardia. Di tutto rispetto il programma musicale che spazia dal folk irlandese degli Shamrockband al rock anni ‘60 di Bryan Kazzaniga, al folk riflessivo dei Radio Corneliani nel primo week end, mentre propone per il secondo week end il rock di Jimmy Sambuca, il sapiente jazz di Luca Garlaschelli nel progetto “Spotlight on Woody Allen” e infine il duo swing Clubnoir. Tutti da non perdere.